header image

L’Ecomuseo dell’Agro Pontino è un processo di sviluppo comunitario nato nel 2004 in seno ad O.N.D.A. (Organizzazione Nuova Difesa Ambientale) con lo scopo di valorizzare il patrimonio materiale e immateriale delle diverse comunità che abitano l’Agro Pontino.

Gli attori del processo ecomuseale sono:

  1. le comunità locali dell’Agro Pontino, impegnate in una continua operazione di conoscenza del territorio, antropizzato e non, ed evoluzione dinamica dello stesso;
  2. gli operatori ecomuseali, che hanno il compito di avviare, favorire e finalizzare il processo ecomuseale;
  3. il direttore/coordinatore e i referenti scientifici dell’Ecomuseo;
  4. i referenti delle comunità locali, scelti tra i membri più attivi della comunità stessa in seguito a un confronto tra operatori ecomuseali e popolazione;
  5. studiosi ed esperti di differenti discipline, tra cui geologia, geografia, antropologia, sociologia, biologia, museologia, urbanistica, architettura, archeologia, storia,  storia dell’arte, storia delle tradizioni popolari, letteratura, etnomusicologia, dialettologia, etc.

L’Ecomuseo dell’Agro Pontino opera in sinergia con la rete ecomuseale internazionale, con la quale sviluppa progettualità comune.

8 Categorie 33 Localizzazioni 22 Risorse

Percorsi aggiunti di recente

Sto caricando…